DOCENTI

Giannantonio De Vincenzo

Inizia l'attività professionale nel 1974 collaborando a progetti di musica creativa legati spesso a situazioni extrajazzistiche. Dal 1976 al 1980 lavora soprattutto per compagnie teatrali fra cui Ellipse (Parigi), Perhaps (Napoli), M.M.T. (Parigi), Teatro delle Briciole (Reggio Emilia), Roy Art Theatre, componendo le colonne sonore degli spettacoli.

Dal 1981 al 1983 è a Parigi, dove collabora con il trombettista giapponese Itaru Oki e il regista Adriano Sinivia. Nel 1984 fonda la Keptorchestra con la partecipazione di musicisti quali Steve Lacy, Sal Nistico, Enrico Rava, P. Jeffrey. Dei primi due lavori discografici in vinile, “La Fiaba dell'Orso”, Splasc(h) Records, quest’ultimo viene segnalato dalla critica specializzata nazionale fra i dieci migliori dischi prodotti in Italia nel 1990. Dal 1984 è ideatore e direttore artistico dell'iniziativa didattico-culturale “Il Suono Improvviso”. Nei ventun anni di attività, tra le innumerevoli iniziative vi sono l’incisione di tre cd dell’omonima orchestra, diretta dallo stesso De Vincenzo, con un repertorio di proprie composizioni, e l’organizzazione, a partire dal 1999, di “Venezia Suona”, che fa della città lagunare un luogo unico di incontro tra musicisti di diversa estrazione.

Nel 2002 avvia il progetto musicale Mamacaleba, una piccola orchestra composta da illustri musicisti dell’area veneziana (Marco Castelli, Leo Di Angilla, Edu Hebling, Paolo Vianello) con l’intento di riproporre lo “spirito” delle funky band degli anni ’70 supportato con le sonorità dei nostri giorni. Segue l’incisione del cd omonimo. Nella sua trentennale esperienza concertistica De Vincenzo ha collaborato con Paolo Birro, Franco Cerri, Sylvie Courvoisier, Franco D'Andrea, Riccardo Del Frà, Roberto Gatto, Sandro Gibellini, Enrico Intra, Lee Konitz, Tony Overwater, Pietro Tonolo. Come ospite di varie formazioni orchestrali ha suonato con Mangelsdorff, Tommaso, Trovesi, Wheeler.